L’aereo scomparso Malaysia MH370 si cerca online sul sito Tomnod.com

L’aereo scomparso Malaysia MH370 si cerca online sul sito Tomnod.com

Sito Tomnod per aereo scomparso MH 370A più di 10 giorni dalla scomparsa, non si conosce ancora la sorte del volo MH370 Malaysia Airlines, partito da Kuala Lumpur con destinazione Pechino la notte dell’8 marzo 2014, ma mai arrivato a destinazione.

Familiari e amici dei 239 passeggeri sono ormai aggrappati ad un’unica speranza, rappresentata dall’ipotesi in realtà più temuta dal resto del mondo e ad oggi non ancora escludibile: il dirottamento dell’aereo da parte di un gruppo terroristico, ed il suo atterraggio in un luogo sconosciuto, con l’intento magari di riutilizzalo in un momento successivo.

Insieme alle investigazioni della polizia, le ricerche dell’aereo continuano in mare e a terra con numerosi aerei e navi messi a disposizione da diversi paesi oltre alla Malesia, e da alcuni giorni anche online sul sito Tomnod.com, dove DigitalGlobe ha caricato le immagini satellitari ad alta risoluzione che forniscono una vista aerea dell’aerea, e chiunque può segnalare la presenza di tracce e oggetti anomali che possano far pensare alla caduta dell’aereo in una determinata zona. Sono ormai migliaia le segnalazioni, e addirittura Courtney Love ha creduto per un attimo di aver trovato il Boeing 777 scomparso.

Mappa Tomnod ricerca aereo Malesia Airlines

Per unirsi ai milioni di persone che stanno già provando a cercare tracce dell’aereo sulla mappa di Tomnod, basta andare sul sito e visualizzare le immagini, relative agli ultimi giorni, taggando eventuali pezzi d’aereo, macchie di carburante o altri oggetti sospetti.

E mentre le notizie e le informazioni rilasciata da governi ed altre autorità rimangono volutamente poche e vaghe, rimangono aperte molte delle ipotesi (si esclude per ora il coinvolgimento delle persone con i passaporti rubati), e anzi ogni giorno continuano ad affiorarne di nuove, mentre si allontana quella di un incidente casuale (quasi sicuro che il volo abbia continuato per diverse ore dopo l’interruzione delle comunicazioni e la sparizione dai radar).

Boeing 777 MH360 Malaysia

La polizia sembra per ora continuare ad indagare sul pilota, in possesso di un simulatore di volo in casa e politicamente impegnato, reduce della delusione il giorno prima di partire per l’arresto del proprio leader. Anche la pista terroristica non è ovviamente esclusa, con l’aeromobile atterrato forse da qualche parte tra Pakistan e Kazakistan o forse abbattuto da un missile; c’è chi parla in questo caso di dirottamento usando addirittura uno smartphone, mentre qualcuno ipotizza che l’aereo abbia potuto rendersi invisibile ai radar nascondendosi all’ombra del volo SIA68 Singapore Airlines, attivo sulla tratta Singapore-Barcellona quasi nello stesso orario. Infine, ma questo sono soltanto le teorie più accreditate su Internet, e sicuramente cambierebbero alla luce di nuove informazioni, non viene sottovalutata la presenza a bordo di 20 ingegneri cinesi della Freescale Semiconductor.

Proprio di queste ore è inoltre la notizia, con successiva smentita, di un possibile avvistamento dell’aereo nella notte vicino alle isole Maldive.
L’unica cosa certa a questo punto è che ne sapremo qualcosa di più sul volo MH370 soltanto quando sarà ritenuto opportuno da chi se ne sta occupando.