Inizio saldi invernali 2011: il calendario regione per regione

Inizio saldi invernali 2011: il calendario regione per regione

Saldi ormai al via dal prossimo 2 gennaio in alcune regioni italiane (Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Sicilia), mentre nella maggior parte (10 regioni) avranno inizio giovedì 6 gennaio 2011. A partire per ultime saranno invece Sardegna (8 gennaio), la provincia di Bolzano (8 gennaio) e la Valle d’Aosta (10 gennaio).

Di seguito il calendario aggiornato dei saldi invernali 2011, regione per regione (tra parentesi il capoluogo di provincia):

 quando cominciano i saldi invernali 2011 abbigliamento - Inizio saldi invernali 2011 Abruzzo (L’Aquila)
6 gennaio – 6 marzo

Basilicata (Potenza)
2 gennaio – 2 marzo

Calabria (Catanzaro)
2 gennaio – 28 febbraio

Campania (Napoli)
2 gennaio – 31 marzo

Emilia Romagna (Bologna)
6 gennaio – 6 marzo

Friuli Venezia Giulia (Trieste)
3 gennaio – 31 marzo

Lazio (Roma)
6 gennaio – 16 febbraio

Liguria (Genova)
6 gennaio – 19 febbraio

Lombardia (Milano)
inizio saldi il 6 gennaio, per 60 giorni

Marche (Ancona)
6 gennaio – 1° marzo

Molise (Campobasso)
2 gennaio – 28 febbraio

Piemonte (Torino)
tra il 1° gennaio e il 31 marzo (8 settimane a discrezione del comune)
a Torino dal 6 gennaio al 3 Marzo

Puglia (Bari)
6 gennaio – 28 febbraio

Sardegna (Cagliari)
8 gennaio – 8 marzo

Sicilia (Palermo)
2 gennaio – 15 marzo

Toscana (Firenze)
6 gennaio – 6 marzo

Umbria (Perugia)
saldi dal 6 gennaio, per 60 giorni

Valle d’Aosta (Aosta)
max 60 giorni tra il 10 gennaio e il 31 marzo

Veneto (Venezia)
6 gennaio – 28 febbraio

Trentino Alto Adige (periodo a discrezione del comune)
Provincia di Trento: a discrezione dei commercianti
Provincia di Bolzano: saldi perlopiù dall’8 gennaio 2011 al 19 febbraio, ad eccezionedi alcuni comuni

Fonte: Confcommercio

Come ricordiamo sempre, nel periodo dei saldi occorre fare attenzione agli sconti applicati, che devono essere riportati insieme al prezzo normale di vendita e a quello finale; i cambi, invece, non sono obbligatori per il negoziante, a meno che non si tratti di merce difettata.