Cos’è e come funziona UberPOP, il ride sharing Uber a Milano

Cos’è e come funziona UberPOP, il ride sharing Uber a Milano

Presente già da più di un anno a Milano e Roma con il suo servizio UberBlack, l’auto privata con autista professionista richiedibile via app, Uber ha da poco lanciato un nuovo servizio, UberPOP, causa di un ulteriore scontro con i tassisti sfociato nello sciopero prolungato degli scorsi giorni.

Uber Pop

Attivo per ora soltanto nella città di Milano, UberPop è un servizio di ride sharing che mette in contatto il proprietario di un auto con chi ha bisogno di spostarsi in città; le tariffe sono meno della metà rispetto al servizio tradizionale, e chiunque può diventare un autista Uber POP (rispettando i requisiti). A differenza di altri servizi di ride sharing, come ad esempio BlaBlaCar, Uber trattiene il 20% della tariffa destinata all’autista, del quale garantisce l’affidabilità.

Come funziona

Per richiedere l’auto si utilizza l’applicazione Uber selezionando l’opzione UberPOP. Il pagamento avviene come al solito automaticamente a fine corsa con addebito sulla propria carta di credito. Chi non è ancora iscritto a Uber può ottenere un credito di 10€ valido per la prima corsa, inserendo in fase di registrazione il codice promozionale o promo code uberitalia.

Tariffe UberPop

La tariffa base è di 2,5€ più 0,49€ al minuto, con un minimo di 5€. A Milano UberBLACK e UberVAN (macchine nere con autista) costano invece 5€ di tariffa base più 0,75€ al minuto, con un minimo di 10€.

Tariffe UberPop Milano

Come diventare autista

Occorre essere un adulto con almeno 3 anni di patente e assicurazione auto personale, in possesso di qualsiasi veicolo di dimensioni medie o grandi, minimo 4 posti, in ottime condizioni e immatricolato da non più di 8 anni, e compilare il modulo online al quale seguirà un colloquio in sede.