Cos’è e come funziona Pou, il gioco per iPhone e gratis per...

Cos’è e come funziona Pou, il gioco per iPhone e gratis per Android che ricorda il Tamagotchi

Gioco Pou iPhone e AndroidAlla fine degli anni ’90 spopolava il Tamagotchi: dentro ad un ovetto elettronico portatile viveva un cucciolo virtuale del quale bisognava prendersi cura dandogli da mangiare, spegnendo le luci per farlo dormire, giocando con lui, curandolo se malato, educandolo e pulendo i suoi bisogni. Nell’epoca degli smartphone e dei tablet, lo stesso successo tocca ora al gioco Pou, creato dal giovane programmatore libanese Paul Salameh.

Cos’è: Pou è un piccolo cucciolo alieno dalla forma indefinita (c’è chi lo identifica con una patata, altri con una cacchetta, e da qui verrebbe forse anche il nome, che ricorda la parola poo), di cui bisogna prendersi cura. Dopo aver dato un nome al proprio Pou, bisogna nutrirlo, pulirlo, curarlo, giocare con lui e farlo divertire per vederlo crescere, mentre salendo di livello si possono sbloccare sfondi e vestiti per personalizzarlo.

 Pou con occhiali nella game roomCome si scarica Pou: scaricata già da decine di milioni di persone in tutto il mondo, l’applicazione Pou è disponibile gratis per Android su Google Play dallo scorso agosto, mentre la versione per iPhone, iPad e iPod touch è arrivata a fine Novembre, ed il download da iTunes, a pagamento, costa 1,79€.

Come si gioca: appena scaricato, basta aprire l’app e Pou sarà già pronto sullo schermo in attesa di cure; in alto appaiono 6 icone: la prima indica le monete disponibili, le successive 4 lo stato di Pou (cibo, salute, divertimento ed energia), e l’ultima fa accedere alle informazioni sull’account. Cliccando sull’ultima icona, quella a forma di Pou, verrà richiesto di inserire l’indirizzo email con il quale creare il proprio account ricevendo una password, dopodiché sarà possibile scegliere il nickname per farsi trovare dagli amici. Nelle impostazioni è possibile attivare o disattivare suoni, musica e notifiche, nella sezione amici visualizzare visitatori, like, guestbook e cercare nuovi amici con cui giocare, e in Achievements controllare gli obiettivi raggiunti.
Si parte dal primo livello e con un Pou baby da far diventare adulto.

 Pou Pou vive in 4 stanze: la cucina, dove dargli da mangiare dal frigorifero, facendo attenzione a variare la dieta e non farlo ingrassare troppo, la game room dove farlo giocare quando è triste o per farlo dimagrire, la camera da letto dove farlo dormire spegnendo la luce e cambiargli colore, aspetto e vestiti scegliendo tra le opzioni disponibili nell’armadio, ed infine il Lab dove Pou può essere pulito con il sapone o curato con le pozioni. Ogni stanza può essere personalizzata con sfondi diversi, che si possono acquistare nello shop insieme a giochi, cibo, pozioni e altri oggetti, utilizziando le monete disponibili (a inizio gioco sono 5000, ed è possibile acquistarne altre a pagamento o guadagnarne giocando nella sala giochi). Aggiungendo altri amici (anche casuali) si può giocare con loro, inviare un messaggio o controllare il livello del loro Pou. In ogni momento è possibile scattare una foto a Pou, da salvare e condividere.

Come salire di livello: prendendosi cura di Pou, con tutte le azioni disponibili nelle varie stanze. Come sbloccare oggetti speciali: salendo di livello, raggiungendo gli obiettivi o con le monete.

Pou può morire? A differenza del pulcino del Tamagotchi, Pou non muore nemmeno dopo che tutti i suoi parametri vitali sono scesi al 0%, nemmeno dopo parecchi giorni.

Il sito ufficiale è www.pou.me, mentre su help.pou.me si trovano le risposte alle domande più frequenti (in inglese) su come funziona Pou ed eventuali problemi del gioco, ed è possibile inviare suggerimenti ed altre richieste tramite un modulo contatti. Per rimanere aggiornati sulle ultime novità e aggioramenti dell’applicazione per Android o iPhone, basta seguire la pagina Facebook di Pou o l’account Twitter.

  • Naomi

    Pou può avere figli???

  • Se raccogli 100 cacchette di pou lui avra un figlio?